martedì 25 ottobre 2011

Chiacchiere o Rosoni o Frappe o Fiocchetti o Bugie


Ingredienti:
  • 300 gr di farina
  • 40 gr di burro
  • 30 gr di zucchero
  • 2 uova
  • 1 cucchiaio abbondante di marsala
  • buccia di un limone grattuggiata
  • 1 bustina di vanillina

Preparazione:

Ammorbidire il burro a temperatura ambiente, setacciare la farina e
metterla in un recipiente con uova, zucchero, marsala, buccia del
limone e la vanillina.

Lavorare gli ingredienti ed e aggiungere il burro. L'impasto dovrà
rimanere morbido ma elastico. Stendere la pasta e tagliarla a strisce
e friggerla in abbondate olio di semi.

Una volta dorate, toglierle dall'olio riponendole su carta assorbente.

Lasciatele raffreddare e poi spolverizzare di zucchero a velo.

Una variante puo' essere quella di immergerle nell'alchermes e poi
nello zucchero semolato.



Le chiacchiere sono conosciute con nomi differenti nelle diverse regioni italiane:

  • bugie (Genova, Torino, Asti, Imperia), italianizzazione del ligure böxie
  • cenci o crogetti (Toscana)
  • chiacchiere (Basilicata, Sicilia, Campania, Lazio, Umbria, Puglia, Calabria, a Milano, Sassari e Parma)
  • cioffe (Sulmona, centro Abruzzo)
  • cróstoli o cróstołi (Ferrara, Rovigo, Vicenza, Treviso, Trentino, Friuli, Venezia Giulia)
  • cunchiell' o qunchiell (Molise)
  • fiocchetti (Montefeltro e Rimini)
  • frappe (Roma e Ancona)
  • gałàni o sosole (Venezia, Verona, Padova)
  • gale o gali (Vercelli e Bassa Vercellese)
  • guanti (Caserta)
  • gròstołi o grostoli (Trento)
  • intrigoni (Reggio Emilia)
  • crostoli o grustal (Ferrara)
  • maraviglias (Sardegna)
  • rosoni o sfrappole (Modena, Bologna, Romagna)
  • sfrappe (Marche)
  • sprelle (Piacenza)
  • risòle (Cuneo e sud del Piemonte)
  • e ancora stracci, lasagne, lattughe, pampuglie, manzole, garrulitas.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...